SCUOLA DELL'INFANZIA PARITARIA BABY SCHOOL
Via A. Di Gioia Carabiniere,2 92024 Canicattì-Ag-

Tel. 347-3483548 Fax 0922-858179
e-mail babyschool8@yahoo.it ...pec. babyschool@arubapec.it


 




 

 

 



 
 
 

PTOF

Anno Scolastico 2015/2018

INella prospettiva di progettare il Piano Triennale dell’Offerta Formativa con l’attenzione centrata sull’alunno, insieme di vissuti, esperienze, relazioni personalmente strutturate, appare prioritaria, per la nostra scuola, la costante mediazione esercitata dalla componente educativa. Essa si esplica in una sequenza di azioni che vanno, dalla valorizzazione della persona, all’armonizzazione delle diversità tra i singoli, dalla ricerca di un sistema valoriale capace di garantire i diritti del bambino, alla concreta realizzazione di strategie e percorsi volti a migliorare gli standard di livello dell’offerta formativa. Il presente Piano Triennale dell’Offerta Formativa costituisce il documento costitutivo della nostra scuola dell’Infanzia paritaria “Baby School” ed esprime le linee educative che orientano l’azione pedagogica e didattica della nostra scuola coerentemente con le novità introdotte dalla nuove Legge 107\15. In quest’ottica, la scuola si configura come:
ambiente significativo di apprendimento dove si impara facendo, si fa esperienza delle regole di convivenza civile, si impara globalmente non solo attraverso il curricolo disciplinare, ma anche attraverso il curricolo implicito fatto di tempi, spazi, modalità organizzative e strategie educative;
luogo privilegiato per la valorizzazione del benessere integrale dell’alunno, in cui ciascuno concorre al benessere di tutti, mediante la promozione del senso di appartenenza al territorio locale, nazionale, mondiale, in una dimensione religiosa attenta al riconoscimento ed alla valorizzazione dei valori cristiani;

OBIETTIVI FORMATIVI PRIORITARI
•Sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché della solidarietà.
• Potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attività di laboratorio.
• Valorizzazione della scuola intesa come “comunità attiva” aperta alle famiglie ed al territorio.
• Prevenzione e contrasto di ogni forma di discriminazione.
• Potenziamento dell’inclusione scolastica in particolar modo degli alunni con bisogni educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con il supporto dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio.
• Sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza ed al rispetto della legalità.